Varie

I fratelli e le sorelle di Gesù

La chiesa cattolica moderna smentisce acerbamente questa definizione, visto che dalla lettura del vangelo più volte si fà riferimento a fratelli e sorelle di Gesù (nè fratellastri o cugini nè fratelli nel senso spirituale e discepoli) ovviamente accettare questo sarebbe come dire che Maria non sia più semprevergine (nel caso di fratelli carnali e non fratellastri) e smantellerebbe un dogma inventato anni dopo dalla chiesa cattolica .

Difatti la Sacra Famiglia era più numerosa di quella a cui ci ha abituato l’iconografia: oltre a Gesù, in casa di Giuseppe e Maria c’erano almeno due figlie e altri quatro figli maschi (Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda “no il traditore”), citati sia dai Vangeli (Mt 13:55-56 e Mc 6:3) sia da altri scritti del nuovo testamento. (Focus Storia n.30 aprile 2009)

Va detto che la dottrina contrasta o ha contrastato fino a tempi recenti quest’idea di famiglia “allargata”. Alcuni ipotizzano che i fratelli di Gesù fossero fratellastri, nati da un primo matrimonio di Giuseppe (anche se i Vangeli li descrivono sempre insieme a Maria). Altri interpretano la parola “fratelli” come “cugini” o parenti. Non fù così nei primi secoli, quando l’esistenza dei fratelli “veri” era data per scontata da autori cristianissimi Padri della chiesa come Origene,  Eusebio e Filippo di Sidete.

In contrapposizione a questi nel tardo IV secolo entra Teodoreto  393 circa–457 circa definito anche lui Padre della Chiesa dichiarava:

Era Giacomo il fratello naturale del Signore?

Era chiamato “il fratello del Signore”, ma non lo era per natura. Perchè non era come alcuni suppongono (probabilmente si riferisce a Origene,  Eusebio e Filippo di Sidete), il figlio che Giuseppe aveva avuto da un matrimonio precedente, ma era figlio di Clopas e cugino del Signore, in quanto sua madre era la sorella della madre del Signore (…). Altri hanno creduto che fosse il fratello del  Signore  sia perchè le loro madri avevano gli stessi nomi sia perchè le loro famiglie dividevano una stessa casa.

Inoltre era chiamato anche così anche dai credenti, sia per l’elevatissima virtù che possedeva – infatti era chiamato “il giusto” -, sia per la parentela.

Poichè la storia sacra del Vangelo ci dice che la beata vergine non aveva altri figli, vedendola ai piedi della croce il Signore l’ha affidata al beatissimo Giovanni; non l’avrebbe data ad un’altro se il beato Giacomo, uomo di elevatissima virtù, fosse stato figlio della vergine.

Teodoreto

commento all’epistola ai Galati 1, 19

-

Ma che dire degli altri? il discorso rimarrebbe comunque  in sospeso per gli altri fratelli di Gesù.

Li presente sotto la croce con Maria c’era Giovanni e non risulta dai vangeli che ci fosse Giacomo o gli altri apostoli fratelli ed affini ad eccezione di Giovanni in quanto gli altri erano fuggiti… così come scritto nel passo inerente la cattura di Gesù, e di certo Gesù in punto di morte non poteva mandare un telegramma a Giacomo ne’ tantomeno una e-mai del tipo Gesù@YHWH.sky, perchè in tale periodo gli internet poin non c’erano.

Pertanto il primo che si trovo ai piedi gli affidò la madre.

Matteo 26:56

ma tutto questo è avvenuto affinché si adempissero le Scritture dei profeti».
Allora tutti i discepoli l’abbandonarono e fuggirono.

Una riflessione va fatta sul termine fratello usato in Grecia, difatti per nominare adelfos si ci riferiva principalmente a un fratello, nato dagli stessi due genitori o solo dallo stesso padre o madre.

Mentre cugino è espressamente indicato con anepsios (in greco), e leggendo il vangelo dal greco possiamo ben comprendere che quando si pronunciava il nome dei fratelli di Gesù si scriveva adelfos, mentre quando si parla di cugini è chiaramente scritto anepsios.

La chiesa cattolica cerca di smantellare questa affermazione dicendo che la Maria in questione non fosse la madre di Gesù ma bensì secondo cui Giacomo e gli altri sarebbero stati cugini di Gesù (l’uso di fratello per cugino è ben attestato nel greco biblico e nei papiri), in quanto figli di un’altra Maria e di Clopa, fratello di Giuseppe.

Ma leggendo dal vangelo si può chiaramente dedurre:

Matteo 12

La madre e i fratelli di Gesù
=(Mr 3:31-35; Lu 8:19-21) Eb 2:11-13
46 Mentre Gesù parlava ancora alle folle, ecco sua madre e i suoi fratelli che, fermatisi di fuori, cercavano di parlargli. 47 [E uno gli disse: «Tua madre e i tuoi fratelli sono là fuori che cercano di parlarti».] 48 Ma egli rispose a colui che gli parlava: «Chi è mia madre, e chi sono i miei fratelli?» 49 E, stendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! 50 Poiché chiunque avrà fatto la volontà del Padre mio, che è nei cieli, mi è fratello e sorella e madre».

-

Si noti che si parla di madre e fratelli, e no fratelli spirituali perchè infatti dopo Gesù stesso equipara la propria discendenza familiare di fratelli a tutti coloro che fanno il volere del Padre, considerandoli COME fratelli di sangue.. sarebbe stato superfluo e ripetitivo affermare che i suoi seguaci come fratelli divenisserero nuovamente fratelli spirituali, o no?

-

ancora:

Matteo 13:55

Non è questi il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? 56 E le sue sorelle non sono tutte tra di noi?

-

In risposta a chi continua ad affermare che i discepoli stessi lui li chiamasse fratelli o fratelli spirituali si legga il seguente passo dove ben si fa distinzione tra i suoi seguaci:

-

Giovanni 2:12

Dopo questo, scese a Capernaum egli con sua madre, con i suoi fratelli e i suoi discepoli, e rimasero là alcuni giorni.

Ecco qui si definisce ancora meglio il ruolo di chi lo segue. Madre, Fratelli, ed Apostoli discepoli.

La causa di queste discordanze è da ricercare in tutte le manipolazioni che ne sono derivate dai vari concili e dai vari papi, che hanno probabilmente modellato la dottrina in base ai loro scopi e al potere.

***

Tutti i diritti riservati prima di pubblicare il contenuto di questo sito chiederne prima l’autorizzazione dall’autore www.lachiesaperduta.net o a chi ne ha concesso i diritti © copyright 2008 da www.lachiesaperduta.net

Commenti chiusi .