Varie

I pericoli di quando la religione diventa istituzione

att-danger.gifIl rischio più grave nel quale si possa incorrere, è quando la religione diventa istituzione, in questi casi la spiritualità del soggetto religioso ed anche la sua libera azione nel credere diventa controllata e segregata dalle regole, ordinamenti, leggi, e revisioni, dalle quali il culto di origine non ne faceva uso.

Questo grave fenomeno diffuso in molte religioni tra le più spiccate, la chiesa cattolica di roma, si può notare molto facilmente come nel corso dei secoli ciò che era cosa semplice e data ad una comunità, (la chiesa primitiva) è diventata poi TEOCRAZIA ossia: forma di governo in cui la sovranità è esercitata da una o più persone, in genere sacerdoti, che si ritengono investite del potere direttamente da Dio, li dove una figura subbentrata in secondo momento (il papa) si definisce non più vicario di Pietro, ma addirittura di Cristo.

Bene da questo stravolgimento ed insediamento di potere ne è scaturito la morte del vero cristianesimo, quello che definiva la chiesa primitiva come comunità di fratelli raccolti nelle varie chiese, e li dove i vescovi e diaconi venivano eletti dagli anziani e dalla chiesa locale (no chiesa suprema di roma), e dove non vi era un vertice di comando assoluto, cosa che invece ritroviamo oggi nella chiesa cattolica di roma con la figura del papa, una figura che secoli addietro non esisteva nemmeno! ma come per la politica anche per la religione si creano questi stravolgimenti.

Le conseguenze gravi di questi stravolgimenti sono quelle di creare in nome di Dio, nuovi intendimenti e nuove regole, e addirittura nuovi sacramenti e sacramentali, in effetti questi personaggi del potere acquisito illeggittimamente, osano senza nessun timore scrivendo pagine nuove ad un libro già scritto e chiuso…la Bibbia (creando un nuovo vangelo si legga Galati 1:8) , infatti se si fa un pò di attenzione si noterà che la chiesa in particolare, ma anche i Testimoni di Geova, ed altri ancora, hanno creato un’appendice alla Bibbia (un proseguimento, una sorta di libro con pagine bianche da poter scriverci ancora su), ma la chiesa in particolare anche con la tradizione ha stavolto completamente ed addirittura divenuta in molti casi anti-bibblica, alcuni passi della Bibbia che potebbero essere di riferimento:

Galati 1:8

Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema.

Ecco da come letto in precedenza in Galati 1:8 annunziare un nuovo vangelo è anatema! quindi anche ampliare il vangelo con nuove “regole” si cade nell’accusa di anatema, anche quando la chiesa afferma: Concilio di Trento dichiarò che la Tradizione deve essere ritenuta di eguale autorità che la Bibbia, nell’anno 1545. Per tradizione s’intendono insegnamenti umani. I farisei credevano lo stesso e Gesù li rimproverò acerbamente, poiché con la tradizione degli uomini si annulla la Parola di Dio. (Leggi: Marco 7:7-13; Colossesi 2:8; Apocalisse 22: 18).

Comprendete certamente che la tradizione della chiesa è molto spesso pagana ed idolatrica, ma questo la chiesa sembra ignorarlo e con molta no chalance e con qualche gioco di palore e significati grammaticali lascia intendere l’idolatria come adulazione… fa sorridere molto quando dicono che pregare o prostrarsi dinanzi ad immagini di santi non è da considerare idolatria (vedi Esodo 20:4) solo perchè le immagini dei santi non sono derivate da dei pagani ma derivate da servitori di Dio, oppure quando dicono che i santi sono intercessori, mentre nella Bibbia è scritto che il solo mediatore tra l’uomo e Dio è Cristo!1 Timoteo 2:5Ebrei 7:251Samuele 2,25 e con questo intendimento si è fuori dall’accusa di idolatria, qualcuno però potrebbe dire: ma nella Bibbia molti hanno pregato per intercessione al Padre per far ottere un’intervento per altre persone, ma qui c’è da fare una precisazione, cioè l’uomo chiede all’altro suo simile nel pregare e quindi intercedere per lui, ma lo fa ad un uomo vivente, e non lo fa rivolgendo una preghiera all’uomo che intercede per lui, la chiesa invece, ti mette nelle condizioni di rivolgere una preghiera ad un santo e quindi prostrarti ad esso e venerarlo, ma cosa ancor più sbagliata è quella rivolgere la preghiera di intercessione ad una persona “il santo”, che non ha potere di intercessione, perchè morta e la cosa più divertente è che la chiesa fa santi solo i morti… :-) , e come si sa l’unico risorto che è ai cieli è solo Cristo, gli altri non vi sono ancora, e si trovano nel soggiorno dei morti nell’attesa della resurrezione, leggete: Giovanni 3:13 Eppure nessuno è mai salito al cielo, fuorché il Figlio dell’uomo che è disceso dal cielo.

Matteo 18:19

19 E in verità vi dico anche: se due di voi sulla terra si accordano a domandare una cosa qualsiasi, quella sarà loro concessa dal Padre mio che è nei cieli. 20 Poiché dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».

Ed essendo in mezzo a noi intercede per noi col Padre.

****

Quindi questi super poteri dati hai santi sono inesistenti, ma su questo ognuno di voi dovrebbe farsene un proprio giudizio, ricordatrevi sempre questi gran dottori scienziati della religione , ci fanno sempre sentire piccoli ed ingoranti dinanzi alla loro conoscenza, per la religione la semplicità è data a noi, e il Signore ha preferito noi che a loro “Matteo 11:25“, mentre loro ci complessano in virtù della nostra ignoranza e da questa dettano a noi la loro verità , e noi solo perchè non conosciamo o comprendiamo al meglio tutta la Bibbia ci affidiamo ciecamente a loro, e li giustifichiamo addirittura dicendo che riconosciamo nella chiesa gli errori fatti in passato e presente (e futuro aggiungo io) ma rimane la chiesa di Cristo e quindi si deve seguire.

****

Concetto un pò paraculistico direi, del tipo so che sei un mafioso, ma mi dai da lavorare e quindi io vengo a lavorare da te senza preoccuparmi di quello che sto facendo per te, mi giustifico dicendo io lavoro e do conto del mio operato e basta, un pò come paraculisticamente fanno i TdG che pagano le tasse dicendo di dare a Cesare quel che è di Cesare e poi dicono allo stesso momento che i governi stanno nella mani di satana… allora mi viene da chiedergli… ma come? date le tasse a satana? lo finanziate? ma come se satana è il male, voi vi chinate ad esso pagandogli anche le tasse? beh la risposta penso che una persona armata di buon senso la possa comprendere senza che mi prolunghi oltre su questa ideologia settaria.

****

Tornando alla nostra cara chiesa romana, per i motivi prima esposti, c’è da prendere il tutto con le pinzette, e non aver paura di disassociarsi da essa, per chi si sente un (pseudo) cristiano romano, si certo seguire la Parola di Dio senza tutti i lustri ed accessori e pacchetti preconfezionati che ti offre la chiesa, sarà un pò difficile all’inizio, ma vi assicuro per esperienza personale che appena sarete fuori dal tunnel, ragionerete con la vostra mente e vedrete la vera luce della verità, poi a Dio decidere di noi, ma perlomeno saremo giudicati con dignità e senza iniquità, che Dio possa perdonarci tutti.

Pietr8

****

***

**

Tutti i diritti riservati prima di pubblicare il contenuto di questo sito chiederne prima l’autorizzazione dall’autore www.lachiesaperduta.net o a chi ne ha concesso i diritti © copyright 2008 da www.lachiesaperduta.net

Rispondi al post

You must be logged in to post a comment.