Varie

Il Vangelo di Giuda e la definizione di Gnostico Gnosticismo faranno Santo anche Giuda?

giuda.jpgGli gnostici sostenitori del Vangelo di Giuda, commentato dall’Avv. Mario Bacchiega.

Mario Bacchiega vive a Rovigo e Firenze.
Per vent’anni ha insegnato storia delle religioni alla Pontificia Università “Marianum” in Roma. Conduce da oltre sedici anni una rubrica televisiva. Collabora a riviste specializzate. Tra le opere più importanti sono da ricordare:
“Validità e attualità del mito solare” (1964), “L’uomo è quasi immortale” (1968), “Il pasto sacro” (1971), tre edizioni, “Dio padre o Dea madre?” (1977) premio internazionale del Ministero della Pubblica Istruzione di Malta, “Silvestro II papa mago” (1981), “I mostri dell’Apocalisse” (1982), “Papa Formoso, processo al cadavere” (1983), “Simbologia del figlio dell’uomo” (1985), “Lineamenti della storia delle religioni” (1999), “Disparire nell’assenza, condizione dopo la vita” (2001)

Get the Flash Player to see this content.

Contenuto

Lo scritto narra gli ultimi giorni della vita terrena di Cristo in chiave del tutto diversa rispetto ai vangeli canonici. Gesù appare in contrasto con le usanze e i culti diffusi e con gli stessi discepoli, ritenuti incapaci di comprendere il vero spirito della religione. Tra essi solo Giuda è in grado di servire veramente Dio e di mettere in atto i suoi propositi. Il Maestro chiede quindi a Giuda di favorire la sua cattura e la sua morte, che lo libererà dal corpo – in questo contesto il corpo è considerato un involucro in opposizione alla vera spiritualità.

Cristo parla poi al suo discepolo prediletto (Giuda) del vero significato della Genesi, espone quindi una complicata cosmogonia dove compaiono numerosi esseri sovrumani: angeli, angeli del caos, eoni e luminari, tutti guidati dallo Spirito supremo. Vi sono due specie di esseri umani: i primi sono uomini dall’anima immortale, creati da Dio secondo l’archetipo; i secondi sono esseri mortali, discendenti da Adamo e generati da un angelo del caos. Gli ultimi, la maggioranza degli uomini, non sono in grado di raggiungere la salvezza e praticano culti in onore di un falso dio, non conoscendo affatto la natura del vero Dio.

Questo tipo di concezione antropologica è tipica delle dottrine esoteriche gnostiche, come pure la complessa cosmogonia articolata in gerarchie di emanazioni che si susseguono.

 

Rispondi al post

You must be logged in to post a comment.